Possibile:”Il Sindaco metta in piedi atti concreti per smentire il voto di scambio”

Possibile:”Il Sindaco metta in piedi atti concreti per smentire il voto di scambio”

Grimaldi (Possibile): “Non è con la censura ed i bavagli che si salvaguardia il decoro e la dignità di Acerra, il Sindaco metta in piedi atti concreti per smentire il voto di scambio.”
Quanto accaduto ieri mattina in Consiglio Comunale mostra tutta la miseria, la pochezza di questa amministrazione comunale e di questo consiglio comunale, mostra l’inadeguatezza di una classe dirigente che non può essere definita tale. Quanto emerso, in questi mesi ad Acerra, sullo squallore del voto di scambio è piombato ieri addosso a tutta l’amministrazione: un candidato nella lista “Acerra è tua”, la stessa dove era candidato ed eletto il Consigliere Comunale poi decaduto, Nicola Ricchiuti, rinviato a giudizio dal Tribunale di Nola proprio con l’accusa di voto di scambio, ha scavalcato le transenne inveendo contro il sindaco e contro il rappresentante della lista “Acerra è tua”, colpevoli di aver promesso un posto di lavoro al figlio promessa fino ad oggi disattesa.
Dinanzi a questo squallore dilagante il Sindaco non può più sottrarsi, non bastano atti amministrativi tesi alla censura di chi vuole essere una voce contraria a questa amministrazione, non basta “minacciare” di querele giornalisti che fanno il proprio dovere, riportando notizie e verbali di carabinieri, non è zittendo le voci contrarie che si salvaguardia il decoro di Acerra. Adesso basta Sindaco è inammissibile se hai la coscienza pulita fai atti concreti: costituisci il Comune di Acerra parte civile nel processo di Nola per voto di scambio; verifica la veridicità di quanto emerso in questi giorni riguardo il licenziamento dal proprio posto di lavoro di un consigliere comunale che si assentava al lavoro (secondo alcune testate giornalistiche) per il suo ruolo istituzionale che poi in verità non esercitava, se ciò dovesse risultare vero il Comune dovrebbe costituirsi parte lesa dinanzi ad un possibile danno erariale provocato da questo consigliere. Metti in atto trasparenza amministrativa, già in passato sollevammo lo “scandalo” delle commissioni consiliari delle quali non si conoscono le convocazioni, non si conoscono i verbali, non si vede in città quanto prodotto da queste commissioni, Sindaco pretendi che sul sito del comune vengano messi orari di convocazione, orari di inizio e fine e che vengano resi pubblici i verbali di tali commissioni, dai la possibilità alla stampa locale di presidiare le commissioni. Ci aspettiamo poi, sempre se hai la coscienza pulita, che quereli chi ieri ti ha inveito contro in consiglio comunale con accuse pesanti.
Possibile non farà sconti a nessuno sulla legalità, la trasparenza, la partecipazione in queste ore valuteremo con i nostri Parlamentari, Civati innanzitutto, l’opportunità di scrivere al Prefetto e di interrogare il Ministro.

C.S. Rocco Grimaldi –  POSSIBILE