Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Il comunicato stampa del Sindaco, di queste ore, rischia di essere fuori luogo, se non addirittura una paradossale e inconsapevole ammissione di colpa!

Questa mattina, sotto la guida attenta e scrupolosa del Vice Questore Vincenzo Gioia, dirigente del Commissariato della Polizia di Stato di Acerra, è stata portata a compimento una imponente azione di contrasto al fenomeno dell’assenteismo al Comune. Si apprende che almeno una ventina di dipendenti comunali sarebbero risultati assenti senza giustificazioni. Naturalmente sarà l’esito finale delle indagini a descrivere il quadro definitivo di un fenomeno, ampiamente conosciuto, che, al netto delle posizioni individuali, ha una notevole portata e consistenza. L’operazione di questa mattina è semplicemente una conferma di una convinzione diffusa. Del resto, non è la prima volta che il Comune di Acerra sia stato interessato da operazioni di questo genere.
Proprio per questo motivo, il comunicato stampa del Sindaco, di queste ore, rischia di essere fuori luogo, se non addirittura una paradossale e inconsapevole ammissione di colpa. Il Sindaco ha avuto la premura di far sapere che “ il Comune di Acerra, già nelle more della predisposizione del piano anticorruzione, aveva avviato controlli a campione sulla presenza del personale”. Inoltre il Segretario Generale aveva inviato, a gennaio 2013, una lettera ai dirigenti con la quale veniva richiesta una ulteriore verifica delle presenze attraverso l’acquisizione della firma del dipendente durante la giornata lavorativa.
Intanto si deve evidenziare che la verifica amministrativa periodica delle presenze è un semplice adempimento ordinario in una pubblica amministrazione. Nel nostro comune, invece, si è dovuto attendere, da quello che dice il Sindaco, addirittura il piano per contrastare la corruzione – una normativa recente e a carattere straordinario – per immaginare di svolgere un controllo che in realtà dovrebbe essere di routine. Di fronte a queste drammatiche notizie, sarebbe stato doveroso per il Sindaco rendicontare all’opinione pubblica questa attività di controllo e verifica, enumerando quanti controlli sono stati effettuati e con quali risultati dal gennaio di quest’anno. È una prevenzione preconcetta poi chiedersi per quale motivo questo problema delle verifiche delle presenze non si è posto nel periodo precedente, cioè da giugno del 2012 e quali siano state le priorità dell’azione amministrativa perseguite in quel periodo dal Sindaco e dalla Giunta rispetto alla macchina comunale? La realtà è che l’assenza di controlli interni è l’indice più emblematico della mancanza di affidabilità della macchina comunale, della sua capacità di autoregolamentarsi, di essere autonoma ed efficiente. La dignità e l’impegno del singolo lavoratore che, tra mille difficoltà, contribuisce a far ottenere risultati, è del tutto indipendente dall’efficacia dei controlli interni. Anzi questi ultimi sono utili a reprimere, in modo meno drammatico e duro, i comportamenti illeciti mentre contribuiscono a preservare l’impegno e la dedizione di chi scrupolosamente ogni mattina è al proprio posto e produce.
Infine il Sindaco, anche in questa occasione, intona un ritornello a cui ci ha abituato: “spero che la giustizia faccia il suo corso”. In questi mesi è stato costretto – di fronte a diverse indagini, dai loculi ai bollettini per il condono, passando per le licenze edilizie – a ripeterlo con una frequenza quasi ossessiva.
La giustizia, a questo punto, avrà sicuramente il suo corso, quali che siano le speranze personali dei protagonisti. Ma l’idea che una buona, efficace e avveduta amministrazione possa contribuire a limitare l’esercizio dell’azione penale – la forma più dura di repressione dello Stato – nella vita comunale non ritorna mai alla mente del nostro Sindaco, per citare un altro ritornello famoso?

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Terra dei Fuochi. Riunione interprovinciale ad Acerra

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.