Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

“Al comune di Acerra scandalo a porte aperte”

Al Comune di Acerra scandalo a porte aperte! In una città allo stremo, con tutti i suoi problemi irrisolti e aggravati, fare i conti con un’amministrazione comunale perversamente incapace di svolgere il proprio dovere è una condanna insostenibile. Il sindaco, inadatto e arrogante, pensa che governare sia fare qualche comunicato, pagando un addetto stampa neanche acerrano, e ricordarsi clientelarmente di quanti lo hanno sostenuto in campagna elettorale. La realtà, dopo un anno di nulla, è un’altra: la scuola di Piazzale Renella non ha ancora un progetto di ristrutturazione, la Regione Campania ha finanziato le bonifiche dappertutto ma non ad Acerra, la tassa del Consorzio di Bonifica continua ad arrivare, l’Osservatorio Ambientale non è stato istituito se non a chiacchiere, il Puc è stato fatto scadere e non si riesce a comprendere quando e come si inizierà a governare sul serio il territorio, i ristori e le compensazioni ambientali non si intravedono. La città, dopo un anno di nulla, è diventata più violenta e insicura: scippi, furti e rapine sono diventate un incubo per i cittadini e giovani senza speranza e riferimenti compiono feroci delitti e incomprensibili omicidi come allo Stadio Comunale. La realtà, dopo un anno di nulla, è un’altra anche nell’Istituzione locale: consiglieri comunali decaduti dopo essere stati “impossibilitati” a non partecipare alle sedute del Consiglio Comunale perché indagati per voto di scambio, traffico di loculi al cimitero, bollettini falsi di familiari di consiglieri per il condono edilizio, assessori donna che scappano e non si sostituiscono. Di fronte a queste vergogne non si comprende perché un Presidente del Consiglio Comunale non senta – dopo aver tradito il mandato elettorale – il dovere e la dignità di rassegare le dimissioni e perché l’opposizione di centrodestra si limita esclusivamente a inutili proclami. In questa melma, mentre il Sindaco dichiarava in Consiglio Comunale di essere costretto a fare tagli drastici alla cultura, allo sport, alla scuola, ecco apparire una delibera con la quale, con più di diciottomila euro, la Giunta Comunale ha cofinanziato, con una procedura molto discutibile e sconveniente – aperta e chiusa in appena otto giorni percorrendo “vie brevissime”, senza bando pubblico e in dispregio del Regolamento comunale in materia, con troppe distrazioni dirigenziali – uno spettacolo ludico di una società privata che svolge attività di animazione per bambini, una società che, guarda caso, oltre ad avere la sede nella strada dove abita il Sindaco, non ha mancato di fornire il suo contributo professionale alla campagna elettorale del candidato sindaco Raffaele Lettieri.

Riceviamo e Pubblichiamo – PD e CD

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Terra dei Fuochi. Riunione interprovinciale ad Acerra

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.