Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Festa di san Michele a Sant’Angelo a Palombara
pellegrinaggio all’antica Abbazia di San Felice a Cancello
Lunedì 8 maggio 2023 alle ore 17.00 la Messa con il vescovo Antonio Di Donna

Pellegrinaggio, preghiera della Corona angelica e santa Messa. Tre tappe per celebrare la festa di san Michele a Sant’Angelo a Palombara. Dopo i lavori di restauro e adeguamento liturgico, e la riapertura al culto nello scorso ottobre dell’antica abbazia di San Felice a Cancello, in provincia di Caserta, torna anche la tradizionale festa di san Michele arcangelo. Lunedì 8 maggio alle ore 8.00 partirà dalla chiesa di Santo Stefano a Cave il tradizionale pellegrinaggio per la salita a piedi al Santuario. Alle ore 10.30 preghiera della Corona angelica e alle ore 11.00 Celebrazione eucaristica. Alle ore 17.00 la Santa Messa Solenne presieduta dal vescovo di Acerra Antonio Di Donna. Tra storia, tradizione, fede, il Santuario di Sant’Angelo è un luogo di culto della diocesi di Acerra situato nel comune di San Felice a Cancello, in provincia di Caserta. Dalla valle Caudina, arroccato sul monte Palombara, appare come una fortezza sulla valle di Suessola. Sorge nell’879, quando Landone il longobardo, dopo la vittoria su Sergio I di Napoli, dedica il posto al suo arcangelo patrono. Nelle vicende belliche tra longobardi e napoletani intorno all’anno mille, l’abbazia è un luogo sicuro in cima al monte sant’Angelo edha una vita molto attiva che coinvolge le popolazioni di Arienzo e dei suoi casali, san Felice, sant’Agnese, le Cave, dove c’è una chiesa dedicata a santo Stefano costruita da un previdente abate per l’assistenza alle popolazioni. Con la ripresa della vita inizia la decadenza dell’Abbazia. Una prima precisa descrizione del complesso di sant’Angelo a Palombara risale al primo dicembre del 1701. Posto in un luogo ameno dal quale si apprezza il paesaggio dell’intera piana campana, al primo piano del complesso la foresteria consente a piccoli gruppi di poter godere di giorni di spiritualità nel solco della millenaria devozione all’arcangelo Michele. Da domenica 14 maggio, ogni domenica sarà celebrata alle ore 17.00 la Santa Messa nel Santuario. Il servizio di accoglienza è garantito dai volontari dell’Associazione locale Città Partecipe.

Antonio Pintauro

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Parte a Napoli “l’Unità mobile di strada”

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.