Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Non è questa la fase nella quale si devono alimentare tensioni e divisioni. Di Pasquale Sansone

Acerra. La decisione della Regione Campania, assunta nel contesto provvedimentale della programmazione economica e finanziaria, di sospendere la realizzazione della quarta linea di combustione del termovalorizzatore, rappresenta, per il momento, un importante risultato per Acerra.
Questo obiettivo è stato raggiunto per diverse ragioni. Intanto, per incontrovertibili ragioni di merito, a cui si è aggiunta la composta reazione democratica della città culminata nella manifestazione del 14 ottobre.
Il Vescovo della città, proprio per essere oltre le parti, è riuscito ad essere un fattore di coagulazione e di unità politica. Il Vescovo, essendo anche un’istituzione religiosa, è stato individuato dal Presidente della Regione come interlocutore necessario.
Da quando la sospensione di ogni decisione regionale sulla quarta linea è diventata di dominio pubblico, si sono generate tutta una serie di fibrillazioni che, sotto traccia, erano in realtà già emerse nell’immediatezza dell’incontro tra il Presidente della Regione e il Vescovo della città.
Non è questa la fase nella quale si devono alimentare tensioni e divisioni.La città deve sapere soltanto trovare le ragioni dell’unità e della condivisione.
Il tempo della ricerca ossessiva di visibilità e l’affermazione di varie forme di protagonismo può attendere!

Tags

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Parte a Napoli “l’Unità mobile di strada”

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.