Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Petizione popolare per la riduzione TA.RI.

In data 3/6/2016 l’Associazione “Volontari Civici” ha inviato con Protocollo n.0025144 al Presidente del Consiglio Comunale la Petizione sottoscritta dai cittadini per chiedere  la riduzione della Tassa Rifiuti per l’anno 2016.

I Cittadini sottoscrittori della presente Petizione chiedono:

  • La riduzione della “Tariffa TA.RI.” per l’anno 2016 ad euro 2.00 al mq per abitazioni private;
  • AValutare e mettere in campo, tutte le misure per adottare da parte di questo Comune, la “Tariffa  TA.RI.” BINOMIA in alternativa alla “TARIFFA MONOMIA”; adottando la “TARIFFA BINOMIA” per le utenze domestiche e per le utenze non domestiche. La tariffa Binomia potrebbe determinare già nell’immediato una riduzione del 20-25% della TA.RI.;
  • Si chiede all’Organo Consiliare di mantenere gli impegni assunti con delibera C.C. n. 26 del 6-10-2015 con la quale si approva la presa d’atto del verbale della II Commissione Consiliare Permanente del 10-09-2015. A conclusione della fase procedurale della Petizione presentata per la riduzione TA.RI. 2015,  al terzo punto il  suindicato verbale  riporta “ e che nel 2016 comunque sarà adottata la tariffa binomia”. Il tutto approvato In Consiglio Comunale. Dunque un adeguamento e corretta applicazione  del metodo di tariffazione consentirebbe una riduzione  della TA.RI, a partire dal ruolo 2016;
  • Chiediamo all’approvazione Consiliare una diversa regolamentazione   e regime di “TARIFFAZIONE TA.RI”;                                                               maggiormente accurato e studiato, per  diminuire i disagi agli utenti, soprattutto agli anziani e quelli  in difficoltà economiche.  Fare rientrare nel riconoscimento “d’ufficio” lo status di utente agevolato, e non chiedere con istanza ciò che è possibile verificare con il “File Anagrafico” .  Un sistema di tariffazione mirata ci permetterà in futuro di ridurre i costi di gestione per l’ENTE. 

                                               Pertanto

 La metodologia tariffaria si  dovrà articolare nelle seguenti fasi fondamentali:

a) individuazione e classificazione dei costi del servizio

b) suddivisione dei costi tra fissi e variabili;

c) ripartizione dei costi fissi e variabili in quote imputabili alle utenze domestiche e alle utenze non domestiche;                                                       d) calcolo delle voci tariffarie, fisse e variabili, da attribuire alle singole categorie di utenza, in base alle formule e ai coefficienti indicati dal metodo;                                                                                                                                                                                                        

e) riduzione del costo complessivo per il servizio d’igiene.

  I CITTADINI SOTTOSCRITTORI  – Associazione   “Volontari Civici” Acerra – Portavoce   Russo Giuseppe

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Parte a Napoli “l’Unità mobile di strada”

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.