Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Sulla costa dei trabocchi bagnìni e unità cinofile acquatiche per il salvataggio

La sicurezza dei bagnanti sulla costa dei Trabocchi, quest’anno, è stata assicurata da bagnìni e da unità cinofile acquatiche.
I bagnini, già definiti gli “angeli delle spiagge”, quest’anno, in compagnia con le unità cinofile acquatiche, specialisti in salvataggio, hanno garantito un’ ulteriore sicurezza ai bagnanti, sulle spiagge Italiane.
Con infiniti salvataggi, hanno strappato dalla furia delle onde di un mare particolarmente agitato, decine di persone.
Lungo la costa adriatica, gli assistenti bagnanti, affiancati da cani di salvataggio, in giorni di quiete e mare calmo, hanno dato anche dimostrazione di come avviene un salvataggio con il supporto del cane. Così, alcuni bagnanti, volontari, hanno simulato un annegamento; il bagnino, con intervento tempestivo e con il cane a seguito, una volta raggiunto il bagnante in difficoltà, lo ha afferrato, messo in sicurezza e portato sul bagnasciuga, scatenando gli applausi degli astanti.

Giornale Tablo Acerra 1

L’Italia è leader mondiale nell’ addestrare cani di salvataggio in acqua, grazie al Centro polifunzionale della Scuola Italiana Cani Salvataggio (SICS).
Alla generosità di chi mette a repentaglio la propria vita per salvare quella altrui, si è aggiunta la fedeltà dell’amico a quattro zampe, per portare aiuto e strappare dalle furia delle onde, vite umane in difficoltà.
Ma quali sono le razze cinofile impiegate nel salvataggio marino? Lo abbiamo chiesto a Nicola Rulli, della SICS sezione Abruzzo.
“Labrador, Golden Retriever e Terranova, sono razze canine definibili acquatiche, grazie alla loro conformazione. Hanno zampe palmate ed inoltre il dono del Retriever del riporto, sono di grande aiuto a noi bagnìni”, sottolinea Nicola Rulli della Scuola italiana cani di salvataggio, sezione Abruzzo. E continuando aggiunge:
“Per una questione di sicurezza, interveniamo noi per primi e poi i cani, che ci aiutano a riportare. Questi esemplari potrebbero agire in autonomia, ma per una questione di sicurezza, ci siamo sempre prima noi”.
Quali sono le coste che coprite con le unità cinofile?
“Contiamo 400 unità cinofile in tutta Italia, copriamo gran parte delle spiagge italiane, qui in Abruzzo ne contiamo una quindicina.”
Il vostro è un lavoro che si avvale di contributi statali?
“Siamo volontari della Protezione Civile, il nostro tempo libero lo dedichiamo ad aiutare il Prossimo”

Giornale Tablo Acerra 3
Nella foto da sinistra: Nicola con al guinzaglio Luna, razza Labrador; Leonardo con al guinzaglio Ugo, un Terranova; Gennaro con al guinzaglio Bread, un Golden.

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Vicenda Pellini: una penosa guerra di tutti contro tutti!

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.