Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

PD e CD:” In una Giunta – con tutti gli assessori presenti – tutti dormivano angelicamente, anche l’assessore alla legalità.”

Continua lo scandalo al sole al Comune di Acerra.
Questa mattina, martedi 23 Luglio, fuori e dentro gli spazi destinati alla pubblica affissione, la città di Acerra è tappezzata di manifesti, con il patrocinio del Comune per un Progetto di animazione territoriale, in realtà due serate allo Stadio comunale di spettacoli ludici. Con una procedura amministrativa costruita per “vie brevissime”, con le pezze a colore “differenziate”, si è scritta una delle pagine più sconvenienti e indifendibili della storia amministrativa della città.
Tante le assurdità già rappresentate, a cui si sommano altri rilievi.
In una Giunta – con tutti gli assessori presenti – tutti dormivano angelicamente, anche l’assessore alla legalità. Come è possibile, infatti, che una società attesti di “svolgere attività di animazione da oltre dieci anni sul territorio”, quando è stata costituita – si legge nella stessa delibera – solo il 25 ottobre 2010?
La delibera ha stabilito una quota di finanziamento per la realizzazione del progetto e il Comune parteciperà nella misura del 70 % dei costi effettivamente rendicontati.
Bene, ma come possono essere considerati costi quelli che, in realtà, sono – evidentemente e in prevalenza – i corrispettivi per le prestazioni che saranno erogate dalla Società privata che organizza l’evento?
Come è possibile, poi, concedere a una società privata che ha proposto al Comune un evento, senza indicare l’interesse pubblico, ottenendo gratuitamente gli spazi, il palco comunale, l’illuminazione dello Stadio e l’energia elettrica e indirettamente anche una buona dose di pubblicità, anche la possibilità di determinare il valore economico delle proprie prestazioni?
Come è possibile costruire una procedura che altera ogni principio di sana e buona amministrazione, non essendo peraltro possibile verificare e valutare la congruità economica delle prestazioni?
Si è trattato di una sorta di trattativa privata ribaltata, dove è stata la parte privata e non quella pubblica a stabilire e determinare le condizioni.
È doveroso, infine, essendo la sicurezza dei cittadini la nostra massima preoccupazione, chiedersi quale legittimità abbia il parere espresso da una sedicente “Conferenza dei dirigenti per gli spettacoli” e se ad essa, soprattutto, vadano ascritte le valutazioni e le responsabilità in materia di ordine pubblico e sicurezza, che spettano ad altri organismi di vigilanza per i pubblici spettacoli previsti dalla legge, anche in ragione di quello che è recentemente avvenuto allo stadio.
Tutto questo è avvenuto solo per incapacità di programmazione e inadeguatezza amministrativa?
Adesso ci mancavano anche le sponsorizzazioni che, in applicazione del Regolamento comunale in materia, dovevano essere dichiarate al momento della presentazione del progetto, ma agli atti risulta anche questa omissione.
Qualcuno di buona volontà se ne accorgerà nell’interesse di tutti? (Riceviamo e Pubblichiamo)

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Terra dei Fuochi. Riunione interprovinciale ad Acerra

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.