Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Da Viale della Democrazia, pettegolezzi, prezzemolo e poco altro

È diventato difficile seguire la politica locale.
La crisi della rappresentanza, la deriva inarrestabile dei partiti e dei movimenti, la patologica autoreferenzialità, l’esclusività degli interessi, l’inconsistenza della dimensione democratica, il vuoto di valori morali, hanno travolto le istituzioni.
L’azione amministrativa si sviluppa e viene concepita soltanto per cogliere obiettivi di consenso immediato, calpestando e compromettendo gli interessi generali e duraturi della comunità e del territorio. In un perverso e malato gioco delle apparenze, ogni provvedimento amministrativo, come ogni iniziativa istituzionale, è destinata soltanto ad alimentare il circuito dell’informazione o a creare, artatamente, vacue aspettative nei cittadini.
Quanti ricordano, solo per rinverdire qualche esempio, il protocollo d’intesa sottoscritto coi comuni di Afragola e Casalnuovo per contrastare i roghi o quello con la Regione Campania per insediare finalmente nel Castello Baronale il Museo Archeologico, con i ritrovamenti di Suessola?
La realtà concreta è uno stato conclamato e persistente di paralisi amministrativa, che avviene, da alcuni mesi, sotto gli occhi di tutti e nel silenzio generale, anche da parte dell’opposizione. In un rapporto falsato tra realtà e apparenza non è facile comprendere la causa di questo blocco.
Di sicuro la coalizione di maggioranza ha perso tanti pezzi per la strada.
Tanti importanti assessori si sono dati alla fuga, liste e movimenti che componevano la coalizione si sono liquefatti, da ultima la comunicazione del responsabile della liste “Idee nuove” al Presidente del Consiglio Comunale che delegittima il consigliere comunale eletto da ogni funzione rappresentativa.
L’imbarazzante tentativo, compiuto da un consigliere comunale che conosce bene la strada da percorrere, pur non sapendo dove andare, di convocare una riunione della maggioranza, non ha sortito alcun passo in avanti.
La giunta, da mesi monca, è improduttiva e privata di ogni reale funzione e autorevolezza, con i “poveri” assessori ridotti a comparse politiche, munite però di indennità di funzione.
Del resto, nell’ultimo Consiglio Comunale, convocato d’urgenza per prendere atto del pronunciamento della Corte dei conti sull’inattendibilità del bilancio comunale, è stato il dirigente del settore finanziario a svolgere la relazione politico amministrativa, sancendo pubblicamente l’inadeguatezza da parte dell’assessore alle politiche finanziarie a ricoprire l’incarico.
Il sindaco, assorbito da un presenzialismo degno del prezzemolo, ma soprattutto incapace di trovare uno sbocco politico adeguato ai problemi della città attraverso un rimpasto che dotasse l’esecutivo di professionalità ed esperienze, ha pensato di poter gestire il Comune puntando sull’accentramento del potere amministrativo e sui dirigenti comunali, intesi sempre di più come interlocutori fiduciari e collaboratori personali.
Un rapporto snaturato e deviato rispetto alla legge che ha prodotto un evidente immiserimento della giunta, un’incapacità di definizione degli indirizzi e degli obiettivi e – nei dirigenti più sollecitati, forse più autonomi e forse meno condizionati – inevitabili frizioni con il sindaco e scontri, come sarebbe successo, da quello che trapela, in tema di contributi agli indigenti.
Anche questo episodio, rischia di essere però l’ennesimo, deprimente, pettegolezzo di palazzo: il palazzo che sta per essere affossato da un mare di debiti, trascinando sotto le macerie l’intera città e il futuro delle nuove generazioni.

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Terra dei Fuochi. Riunione interprovinciale ad Acerra

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.