Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

L’Amministrazione d’Errico annuncia la partecipazione alla manifestazione del 14 ottobre

Rinnovo.dell’AIA del termovalorizzatore, l’amministrazione comunale conferma il suo perentorio ‘no’ all’impianto ed annuncia la sua partecipazione alla manifestazione del 14 ottobre.

Acerra– Il Comune di Acerra ha nuovamente espresso parere negativo al rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale del termovalorizzatore. Tale posizione è stata ribadita ieri nel corso dell’apposita Conferenza dei Servizi riconvocata dalla Regione Campania alla luce dei rilievi eccepiti dall’ente nel corso del precedente incontro del 22 giugno scorso e legati prevalentemente al piano di gestione degli eventuali malfunzionamenti dell’impianto. I chiarimenti prodotti dalla A2A, la società mista pubblico/privato che gestisce l’impianto di proprietà della Regione Campania, sono stati ritenuti non esaustivi “poiché non rimuovono le criticità segnalate limitandosi, quindi ad enunciazioni teoriche senza entrare nel merito della questione”. “Che la questione ambientale debba essere oggetto di ulteriori approfondimenti – ha spiegato il sindaco Tito d’Errico – è testimoniata dal fatto che la Regione Campania ha di recente istituito per legge l’osservatorio ambientale sul termovalorizzatore e una commissione di esperti per valutare l’inquinamento ambientale ed il suo eventuale impatto sulla salute pubblica”. La Conferenza dei Servizi per il rinnovo dell’AIA, dunque, si è conclusa con il parere favorevole degli enti coinvolti ad eccezione di quello negativo espresso dal Comune di Acerra. In merito alla questione ambientale, inoltre, il sindaco ha annunciato la partecipazione dell’amministrazione comunale alla manifestazione contro la paventata realizzazione della quarta linea del termovalorizzatore organizzata dal ‘comitato unitario no quarta linea’ e prevista per il prossimo 14 ottobre. “L’amministrazione comunale ha da sempre affrontato il dramma della presenza sul territorio acerrano di insediamenti industriali inquinanti in modo serio, senza strumentalizzazioni di parti politiche, con atti amministrativi concreti, con documenti approvati in consiglio comunale e facendo sentire la propria voce nelle sedi istituzionali regionali e nazionali esclusivamente per il bene della cittadinanza. Continueremo a ribadire e proporre nelle sedi preposte tutte le iniziative necessarie per contrastare, con quanto in nostro potere, l’aggravio del carico ambientale in città per migliorare la qualità dell’ambiente e della salute dei cittadini. Essendo questo un sacrosanto obiettivo comune, di tutti, non di una parte, siamo convinti che tutta la città, comitati compresi, appoggeranno il lavoro dell’amministrazione comunale su questi temi e con le iniziative già introdotte e che verranno convintamente adottate in futuro. Oltre al dialogo, anche il sostegno a quanto compie l’Amministrazione è molto importante. Con questi stessi intenti e obiettivi parteciperemo alla manifestazione apolitica indetta dal comitato ‘No quarta linea termovalorizzatore, per la difesa ambientale’ prevista per il 14 ottobre. Lo facciamo perché sappiamo bene che i cittadini ci sostengono sulle azioni amministrative già intraprese, sarà quello il momento per ribadire insieme, anche in piazza, le comuni posizioni contrarie al termovalorizzatore di Acerra e all’eventuale quarta linea. Acerra ha bisogno di un unico fronte comunenell’interesse della salvaguardia ambientale e della salute: siamo in dialogo e per il dialogo”.

La Velina del Palazzo

Tags

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Parte a Napoli “l’Unità mobile di strada”

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.