Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Lettieri “bacchettato” dai componenti della Commissione Regionale Terra dei Fuochi

Lettieri “bacchettato” dai componenti della Commissione Regionale Terra dei fuochi
“Acerra non è stata capace di attingere a fondi regionali per la videosorveglianza del territorio”. Ciò è quanto è emerso questa mattina nell’audizione della Commissione regionale Terra dei Fuochi. Sono anni che mettiamo in evidenza, su queste pagine, le inadempienze dell’amministrazione Lettieri nelle politiche ambientali. Il Sindaco è e resta il primo responsabile della salute pubblica di una intera comunità. Questa volta, per Lettieri e company, le “bacchettate” arrivano dalla Commissione regionale Terra dei Fuochi.
Questa mattina si è tenuta un audizione della commissione regionale Terra Dei Fuochi sulla problematica dei roghi tossici che attanaglia gran parte del territorio tra la provincia di Napoli e Caserta. La commissione ha avuto modo di avviare un confronto istituzionale tra gli amministratori locali, la Regione Campania e i soggetti Istituzionali interessati e coinvolti dalla problematica. « I Sindaci sono i primi baluardi e sono i primi ad essere in contatto con le criticità e le problematiche dei roghi tossici sui territori – ha dichiarato l’onorevole Luciano Passariello – nel corso dell’audizione ho avuto modo di apprendere che molti di essi recriminano la mancanza di risorse da utilizzare per salvaguardare l’ambiente e la salute dei cittadini; capisco e accetto le richieste dei comuni, però agli stessi amministratori va anche fatto capire che, al pari delle risorse, occorrono le capacità per poterne usufruire e mettere a sistema». E continuando aggiunge.«Con il governo Caldoro furono stanziati 7 milioni di euro e alcuni comuni, tra cui quelli di Acerra, non sono stati capaci di attingere da un bando che rendeva disponibile per i comuni risorse importanti per la video sorveglianza dei territori. Il comune di Acerra- dichiara nel concludere l’onorevole Passariello – ogni anno iscrive al bilancio quasi sei milioni di euro tra ristori ambientali e pagamento IMU per la presenza del termovalorizzatore sul territorio, sarebbe interessante capire quanti di questi soldi il comune di Acerra spende per la difesa dell’ambiente e per la tutela della salute dei suoi cittadini».

Pa.Sa.

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Terra dei Fuochi. Riunione interprovinciale ad Acerra

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.