Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Patria e libertà: gli 80 anni delle Quattro Giornate di Napoli

Patria e libertà: gli ottant’anni delle Quattro Giornate di Napoli venerdì 29 settembre, ore 15.00, MANN – Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Venerdì 29 settembre, alle ore 15.00, nell’Auditorium del Museo Archeologico Nazionale di Napoli (Piazza Museo n.19), giornata di studi in occasione degli 80 anni delle Quattro Giornate di Napoli. “Patria e libertà: gli Ottant’anni delle Quattro giornate di Napoli” è il tema della giornata di studi promossa da Fondazione Luigi Einaudi, Fondazione San Giuseppe dei Nudi e associazione Libera Unione Forense. L’incontro, che si propone quale momento di confronto per approfondire e omaggiare il contributo dei laici alla liberazione, si terrà a Napoli venerdì 29 settembre alle ore 15:00, nell’Auditorium del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, in Piazza Museo 19.
I lavori saranno introdotti da Ugo de Flaviis, presidente della Fondazione San Giuseppe dei Nudi, Giuseppe Benedetto, presidente della Fondazione Luigi Einaudi e Camillo Bruno, presidente dell’associazione Libera Unione Forense. Partecipano al dibattito Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania; Guido D’Agostino, presidente dell’Istituto campano per la Storia della Resistenza; Giancristiano Desiderio, giornalista; Gerardo Nicolosi, Professore associato presso l’Università di Siena; Raffaele Granato Corigliano, libero professionista e Renata Gravina, ricercatrice presso l’Università La Sapienza di Roma e Fondazione Einaudi.
“Sarà un momento di riflessione sul ruolo della libertà non anarchica, sul contributo offerto dagli italiani nel processo di costruzione delle istituzioni del dopoguerra – dice Giuseppe Benedetto – La giornata di studi si propone di analizzare l’intreccio complesso che ha vissuto l’Italia nel limbo verso la Repubblica. Nel binomio tra resistenza e liberazione, quel complesso contributo fornito dal pensiero e dall’azione dell’area liberale in dialogo, anche aspro, con le componenti della resistenza italiana, è possibile, infatti, tradurre il grado di vivacità della vita pubblica italiana”.

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Parte a Napoli “l’Unità mobile di strada”

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.