Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Per un nuovo Stadio Comunale ad Acerra:«lo Stadio della “Maschera di Pulcinella”

Acerra. L’iniziativa del coordinamento cittadino del partito di Zingaretti ad Acerra a proposito di strutture sportive.

PD:« Lo svolgimento dell’attività sportiva potrà rappresentare, quando questa drammatica emergenza sanitaria si concluderà, uno dei primi e più significativi segnali dell’auspicata ripresa generale. Questo non soltanto per la propria valenza simbolica, ma anche e soprattutto in quanto lo sport riveste, nella società attuale, il ruolo di insostituibile alleato della salute e, in genere, di un sano stile di vita, oltre a rappresentare un vero e proprio strumento educativo, formativo e comunque di prevenzione sociale.

LO SPORT RAPPRESENTA ANCHE L’ IDENTITA’ DI UNA COMUNITA’

Lo sport poi assume, in alcuni dei suoi aspetti, un tratto significativo dell’identità di una comunità che tende a riconoscersi in alcuni simboli o colori, espressioni di radicate tradizioni collettive che attraversano l’intera società, travalicando confini sociali, economici e culturali.

LA VIVIBILITA’ DI UNA CITTA’ E’ MISURABILE ANCHE ATTRAVERSO IL RUOLO DELLO SPORT

Una città più vivibile, proiettata nel futuro, si misura dal ruolo assegnato allo sport nella vita amministrativa dell’ente locale, dai programmi e dai progetti che lo riguardano, dalla pianificazione che viene definita per garantire un incremento delle risorse, delle strutture o impianti che favoriscono e garantiscono lo svolgimento della pratica sportiva.

I RITARDI DI ACERRA NELL’IMPIANTISTICA SPORTIVA

Acerra ha accumulato, negli anni, gravissimi ritardi nell’offerta di impiantistica sportiva, anche rispetto ad altre realtà dello stesso contesto territoriale.

In questo momento, l’impiantistica sportiva pubblica, con l’eliminazione dello storico Stadio Comunale di Via Manzoni, è ridotta al solo impianto “Arcoleo”. La piscina comunale, infatti, è un cantiere ancora aperto e la realizzazione di un palazzetto dello sport è ancora in fase progettuale.

Allo stato, la prevalente offerta di impiantistica sportiva è, quindi, rimessa ai privati, con tutte le conseguenze sociali che si possono facilmente immaginare, peraltro acuite ed accentuate dall’assenza di provvedimenti comunali mirati al sostegno delle famiglie che versano in maggiori difficoltà economiche, per assicurare ai ragazzi il contributo indispensabile per accedere alla pratica sportiva che in queste condizioni ha inevitabilmente dei costi.

Il Partito Democratico rileva che ad Acerra l’allocazione degli impianti in via di realizzazione o ideazione non corrispondono ad una visione organica dell’utilizzo del territorio e comunque ad un’idea avanzata di città. Il ricorso sistematico alla deroga dagli strumenti urbanistici vigenti presenta il conto disarticolato di queste scelte e decisioni.

L’impianto natatorio è stato individuato in un’area destinata al verde dal Piano Regolatore Generale posta al ridosso del centro storico della città e di uno dei principali assi viari, contraddistinto da una pronunciata e tradizionale vocazione al commercio.

Il Palazzetto dello Sport dovrebbe sorgere ai margini di una delle due periferie popolari, mentre l’Arcoleo, struttura di secondo livello, si trova all’estreme propaggini del centro abitato, la parte finale di Via Volturno, schiacciato sui Regi Lagni e limitato da un’accessibilità stradale inadeguata.

LE PROPOSTE, DEL PARTITO DEMOCRATICO

Il Partito Democratico di Acerra ritiene indispensabile, per una città di oltre sessanta mila abitanti e dalla grande tradizione calcistica, la realizzazione di uno Nuovo Stadio Comunale, degno di una grande eredità – eliminata in forza di una scelta non adeguatamente ponderata, con molteplici contraddizioni e con esiti del tutto inadeguati e insufficienti – ma anche capace di rispondere appieno alle mutate nuove esigenze, di sicurezza e funzionalità, richieste agli stadi.

Il Comune di Acerra, nel quadro di ridisegno della città imposto dalle circostanze storiche e dal nuovo Piano Urbanistico Comunale in perenne via di approvazione, deve immediatamente definire il progetto del Nuovo Stadio della Città, il quadro delle risorse finanziarie per realizzarlo e la parte di territorio più funzionale ad ospitarlo.

Il Nuovo Stadio Comunale deve essere concepito come il fulcro di un programma di maggiore respiro che possa perseguire nel tempo la prospettiva di una offerta sportiva funzionale, da inserire in una città concepita come sistema organico.

Le caratteristiche tecniche dell’impianto dovranno essere definite, dopo una stringente fase di consultazione e partecipazione dei vari attori sociali convolti.

Il Partito Democratico ritiene che il nuovo Stadio Comunale debba essere dedicato alla Maschera di Pulcinella, che ne deve caratterizzare il progetto architettonico e il tratto distintivo.

In questo modo certamente si avrà modo di valorizzare il nostro principale bene immateriale, ma all’impianto potrà essere attribuita, attraverso questo fondamentale tratto qualificante, una identità speciale e particolare, che lo potrà rendere un riferimento nella Regione e nel Paese».

Riceviamo e pubblichiamo il Comunicato Stampa del Coordinamento cittadino del Partito di Zingaretti ad Acerra

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Vicenda Pellini: una penosa guerra di tutti contro tutti!

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.