Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Il sindaco, la giunta e la maggioranza, temono il contenuto di un fascicolo processuale….Perchè?

I Consiglieri Comunali:Giovanni Colantuono – Antonio Crimaldi – Vincenzo De Maria – Carlo Elmo – Giovanni Carlo Esposito – Domenico Zito
La legittimazione democratica dei poteri comunali esige di preservare la libera e genuina espressione della volontà dei cittadini, nella fase più qualificante e determinante della vita democratica della Città. Per questo motivo deve essere contrastata ogni forma di condizionamento e ogni meccanismo di influenza indebita o illecita nella formazione del convincimento elettorale dei cittadini.
Gli sviluppi giudiziari hanno fatto emergere condotte di reato di scambio elettorale verificatesi durante le ultime Elezioni Amministrative ad Acerra, in ragione delle quali risulta tra gli altri rinviato a giudizio presso il Tribunale di Nola il Consigliere Comunale eletto nel 2012, nella lista “Acerra è Tua”, Nicola Ricchiuti.
L’ampia e comprensibile attenzione mediatica, il disagio crescente della cittadinanza, il prefigurabile “vulnus” alla  vita democratica della città nonché l’evidente lesione arrecata all’immagine dell’ente locale esigevano e esigono una doverosa iniziativa processuale da parte del Comune di Acerra, con la costituzione di parte civile.
In questi anni, il sindaco, la giunta e la maggioranza, temendo il contenuto del fascicolo processuale, non hanno assunto alcuna decisione in merito nonostante il clamore generato dalla decadenza dal ruolo di consigliere comunale dell’interessato e dalla gravità delle accuse.
Il 28 aprile 2016, per questi motivi, i consiglieri comunali di opposizione hanno presentato, per una piena assunzione di responsabilità, un ordine del giorno per un pronunciamento in tal senso da parte del Consiglio Comunale, ma, in data 11 maggio 2016, l’ordine del giorno è stato ritenuto dal “libero e autonomo” Presidente del Consiglio Comunale e dal Segretario Generale inammissibile sulla scorta di pretesti inconsistenti e strumentali, di eccezionale gravità.
Queste circostanze e questi fatti, poiché costituiscono lesioni importanti a diritti e prerogative dei Consiglieri comunali stabiliti e riconosciuti dalla legge e dai Regolamenti, intanto, sono state segnalate opportunamente alle preposte Autorità amministrative di vigilanza.
Sicuramente, poi, nei prossimi giorni si scoprirà che venerdì 11 maggio 2016, nelle stanze del Comune di Acerra si saranno verificate eccezionali coincidenze. Per non perdere inutilmente tempo, in ogni caso, questa mattina l’ordine del giorno è stato ripresentato, portandolo però a conoscenza del Prefetto di Napoli e della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nola.

Comunicato Stampa dei Consiglieri Comunali:Giovanni Colantuono – Antonio Crimaldi – Vincenzo De Maria – Carlo Elmo – Giovanni Carlo Esposito – Domenico Zito

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Terra dei Fuochi. Riunione interprovinciale ad Acerra

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.