Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Vicenda Pellini: una penosa guerra di tutti contro tutti!

La sentenza della Corte di Cassazione sulla confisca del patrimonio dei fratelli Pellini ha prodotto uno scossone ad Acerra.

Giornale Tablo Acerra 1

Invece di saper dimostrare maturità e consapevolezza, la politica locale non ha percorso la strada dell’unità di intenti e azione e si è abbandonata ad una penosa guerra di tutti contro tutti. La più evidente e manifesta è quella che si sta consumando nell’opposizione consiliare, tra il Movimento 5 Stelle e la Coalizione Civica XAcerra Unita. Per meglio dire – questo giornale non negherà mai la verità dei fatti – la guerra che si sta consumando tra Andrea Piatto e l’on. Carmela Auriemma, appena qualche mese fa candidati, insieme, come Sindaco e Cosindaco. Stanno impacchettando un regalo gigantesco a Raffaele Lettieri, con tanto di fiocco tricolore. Un regalo a Raffaele Lettieri certamente per chiare ragioni politiche. Un regalo a Raffaele Lettieri per le fondamentali responsabilità istituzionali e politiche ricoperte in questi anni alla guida del Comune di Acerra che, non si deve mai dimenticare, doveva guidare e sollecitare incessantemente l’azione dello Stato per ottenere il danno ambientale subito dal territorio. Non mancheranno le ragioni di questo scontro, ma il torto dello scontro le travolge irrimediabilmente tutte. La politica, a certi livelli di responsabilità, richiede di non cedere al narcisismo e al personalismo. Bisogna fermarsi nell’interesse della città e, sempre che per Andrea Piatto e Carmela Auriemma rappresenti un interesse politico meritevole di uno sforzo, dell’opposizione. Mentre continua il silenzio e l’inerzia del Consigliere Regionale Vittoria Lettieri sulla vicenda, Fratelli d’Italia continua ad avere una posizione “sfuggente” rispetto alla politica locale e rimuove ad Acerra la condizione politica, tutt’altro che irrilevante, di esprimere il Capo del governo del Paese. Per mesi Fratelli d’Italia ha comprensibilmente rivendicato il modello Caivano, ma, nel caso della vicenda Pellini, ha avuto unicamente la premura di comunicare che sono stati sollecitati i propri parlamentari. Ad Acerra, quindi, non soltanto non sono in grado di proporre al momento alcun modello, neppure un modellino per la verità, ma fanno addirittura fatica ad assicurare risposte e ricostruzioni puntuali sull’attività svolta dai Ministeri, dell’Ambiente e della Giustizia, rispetto alla vicenda Pellini. C’è sempre tempo per rimediare. A proposito, si è capito che sulla vicenda Pellini tutti sono bravi a contestare inefficienze e inerzie, naturalmente degli altri. Ognuno dicesse quello che ha fatto in concreto, a partire dal Sindaco della città che, da primo cittadino, la rappresenta e ne cura gli interessi.

Tags

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Terra dei Fuochi. Riunione interprovinciale ad Acerra

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.