Giornale Tablò

Il giornale della Campania

Giornale Tablò – Il giornale della Campania

Abbiamo un sogno, ci proveremo. Sarri, Insigne e Allan infiammano i tifosi arrivati a Folgarida

Abbiamo un sogno, ci proveremo. Sarri, Insigne e Allan infiammano i tifosi arrivati a Folgarida
Dimaro-Folgarida – Sogno è la parola che oggi accomuna il Napoli. “Il nostro sogno è quello di tutti voi” ha detto Lorenzo insigne, rispondendo alle domande dei circa mille tifosi che hanno affollato il centro congressi di Folgarida per il tradizionale appuntamento con il Mister e due tifosi. Lorenzo ha proposto l’anima del leader che sente anche il peso e la responsabilità di essere napoletano.
Il termine sogno è stato ricorrente anche negli interventi di Allan e Sarri nella splendida serata che rappresenta una dei punti cardine del calendario del ritiro azzurro in Val di Sole. “Abbiamo un sogno, ci proveremo. Non chiediamolo alla squadra, non mettiamogli pressione. Se non ci riusciremo sarà comunque bellissimo il viaggio”, è questa la sintesi conclusiva del pensiero di Maurizio Sarri ai tifosi.
Il Napoli dà la sensazione di essere una struttura solida, blindata dagli ottimi rapporti tra le componenti della società. Sarri ieri ha sottolineato la fiducia nel direttore sportivo Cristiano Giuntoli: “Non mi occupo del mercato, non è il mio mestiere. Io parlo della squadra con il direttore sportivo. E’ capitato che siano arrivati calciatori che non conosco ma va bene così, il mio ruolo è quello di migliorare i calciatori che mi mettono a disposizione. Sarebbe presuntuoso sindacare il lavoro di una persona che conosce tutti i giocatori del mondo, io mi concentro sul campo. Sarebbe poi troppo facile acquistare calciatori che valgono 100 milioni”. Interessanti anche le dichiarazioni sul rapporto con De Laurentiis: “Il presidente non mi ha mai posto particolari divieti, ha le sue idee e le esprime in maniera forte”.
E’ ormai nota la schiettezza di Sarri nella comunicazione che ha sempre degli obiettivi precisi. Come ha fatto nel rispondere a un tifoso sul tema della Var l’innovazione della Video Assistant Referee. “I primi tentativi non sono stati esaltanti, gli arbitri che rivedono le immagini devono esser dichiarati. Devo conoscere chi mi da un rigore a favore o contro”.

 

Tags

Condividi articolo:

Ti potrebbero interessare
In Evidenza

Parte a Napoli “l’Unità mobile di strada”

Rubriche

Non perderti nessuna notizia! Iscriviti alla newsletter settimanale di Giornale Tablò per ricevere tutte le news direttamente sulla tua casella di posta. NO SPAM!

Iscriviti alla newsletter di
Giornale Tablò per non perdere nessuna notizia

Ricevi le notifiche sulla tua casella di posta quando un nuovo articolo viene pubblicato. NO SPAM!

Non invieremo in nessun caso SPAM e non divulgheremo il tuo indirizzo email con terze parti.